Archivi categoria: Corn

Corn: all’Inferno e Ritorno

Asti, 14 agosto 2016

Il Corn Future sprofonda ai minimi degli ultimi sette anni prima di mettere a segno un recupero che lo riporta in territorio positivo.

La causa di tutto questo? Semplice: un WASDE Report che secondo alcuni analisti è uno dei peggiori mai pubblicati nel mese di agosto!

Guarda le tabelle che seguono per scoprire i dati pubblicati dall’USDA e poi clicca sul Link per una revisione completa del report più importante per le materie prime agricole!

Clicca qui per leggere l’articolo completo!

 

Annunci

Commodities: The Last Week! 09.10.2015

Asti, 9 ottobre 2015

Appuntamento doppio nella nostra rubrica settimanale: si parte con un’analisi di quanto sta accedendo ai raccolti cinesi per passare all’analisi di Grains ed Oro nella sezione video: buona lettura!

Cina: Crollano le proiezioni sui raccolti

La Cina contava molto sul suo raccolto di Mais, un raccolto che avrebbe dovuto sostenere tutte le esigenze in campo di alimentazione animale, ma si sa, non sempre le cose vanno per il verso giusto e questa è una di quelle occasioni.

Le proiezioni erano per un raccolto record ed invece con tutte le probabilità ci troveremo di fronte alla situazione opposta, con un calo del 5.8% in grado di spingere i raccolti verso un livello che non si vedeva da quindici anni a questa parte.

I dati sono stati comunicati direttamente da Bloomberg che, per reperire le informazioni necessarie, ha usufruito delle prestazioni di SGA SA che ha effettuato rilevazioni sui raccolti cinesi nelle principali aree di coltivazione: lo studio mostra evidenti danni da siccità (raccolti in ritardo e caratterizzati anche nel migliore dei casi da un notevole ritardo nello sviluppo). Continua a leggere

Commodities: The Last Week! Speciale WASDE | 10.10

Asti, 10 ottobre 2015

Nella sessione di ieri è stato diffuso il WASDE Report che, come capita molto spesso, è stato in grado di stupire gli analisti con variazioni inattese in special modo sul Corn, ma andiamo con ordine e partiamo con quelli che si sono dimostrati i veri protagonisti del mercato: i Soybeans.

Soybeans

Il contratto novembre si trovava in territori negativo per quasi l’1% sino alla diffusione del Report, ma come i dati hanno iniziato a fluire a mercato la volatilità è aumentata ed il prodotto ha terminato gli scambi in territorio positivo a quota 885.75 USd/bu (+0.51%).

Il recupero è diretta conseguenza di una revisione a ribasso del raccolto USA che risulta maggiore delle previsioni ufficiali: nel dettaglio la riduzione dell’output previsto ammonta a 47 milioni di bushels per un totale di 3.89 bln bushels e si mostra inferiore alle attese per 20 milioni di bushels.

Acreage e Yeld

In riferimento alla resa (Yeld) risulta in essere un piccolo upgrade di 0.1 bushels per acro per un totale di 47.2 bushels per acro. Continua a leggere