After The Floor – WASDE 11 Luglio 2015 –

Asti, 11 luglio 2015

Il Mais è balzato ai livelli più alti dell’ultimo anno e lo ha fatto subito dopo la divulgazione del WASDE Report e la Soia ha fatto altrettanto, ma cosa ha scatenato gli acquisti? Leggiamolo in questo breve riassunto dei dati divulgati dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti nella sessione di ieri.

Come abbiamo detto a dare il via allo “shopping” è stato il WASDE Report, che ha mostrato una revisione a ribasso delle scorte nazionali di Mais pari a 100 milioni di bushels, per un totale di 1.78 bln di bushels: la riduzione della proiezione sulle scorte di Mais si riferisce al cosiddetto “Old Crop” (il vecchio raccolto stagione 2014 – 2015) e si presenta decisamente superiore alle attese degli operatori, che erano per una contrazione di 65 milioni di bushels.

Stesso scenario per la Soia, con le scorte nazionali relative alla stagione 2014 – 2015 che sono riviste a ribasso per 75 milioni di bushels, revisione questa che porta il totale a quota 255 milioni di bushels; anche in questo caso la riduzione si è rivelata superiore a quanto atteso dal mercato, che prevedeva una contrazione a 287 milioni di bushels.

I prezzi

La reazione dei prezzi è stata violenta e le quotazioni di Mais e Soia sono istantaneamente precipitate prima di dare il via ad un poderoso recupero, quale è stata la causa di questo movimento?

La causa del movimento descritta in precedenza va ricercata nelle stime relative alla stagione 2015 – 2016, che vedono invariate le rese per acro (166.8 bushels per acro per il Mais e 46 bushels per acro per la Soia).

In riferimento alla produzione le stime sono per un output di Mais pari a 13.53 bln bushels e di 3.885 bln bushels per la Soia.

Per quanto concerne il Mais l’USDA ha rivisto a ribasso le stime precedenti di 100 milioni di bushels mentre, per quanto concerne la Soia, abbiamo una revisione a rialzo di 35 milioni di bushels.

I dati sulle rese della stagione 2015 – 2016 non sono quindi stati ritoccati e proprio questo lascia soddisfatti gli investitori, che ritengono inevitabile, a questo punto, una revisione a ribasso nei reports successivi a causa delle recenti precipitazioni che hanno impedito parte delle operazioni di semina della Soia e potrebbero indurre un deteriorarsi del raccolto di Mais.

Frumento

Termina le contrattazioni in rosso il Frumento, che non trae supporto dal WASDE Report che evidenzia un incremento delle scorte globali 2015 – 2016 di 12 milioni di tonnellate a causa di una contrazione della domanda in arrivo dalla Cina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...