Sugar: attenzione, siamo al limite! … Ma non disperiamo!

Asti, 28 maggio 2014

Nell’ intervista pubblicata oggi a cura di Rossana Prezioso abbiamo parlato di Sugar ed in particolare abbiamo parlato di come i fondamentali stiano virando verso una vision più positiva, eppure i prezzi sono scesi ed anche tanto, cosa sta succedendo? Proviamo ora a rispondere a questa domanda!

Da deficit a surplus

Iniziamo da qui: da quando, a circa metà maggio, la ISO (International Sugar Organization) ha diffuso un bollettino contenente indicazioni di passaggio da una fase di surplus di prodotto ad una di deficit, un fatto questo sicuramente positivo se considerato in un’ ottica a lungo termine e dovuto ad un mix di fattori, tra cui un rallentamento della produzione in Brasile dovuto in parte alle condizioni climatiche ed in parte alle cattive condizioni economiche in cui versano i mulini, che attualmente si trovano in difficoltà a causa dei prezzi bassi del dolcificante registrati nel corso dell’ anno passato.

Questo forecast è chiaramente a lungo termine e per valutare quanto sta accadendo giorno per giorno dobbiamo fare un’ altra tappa e considerare quanto sta accadendo in termini di grandi speculatori.

Hedge Funds

L’ analisi dei dati in nostro possesso evidenzia un’ inversione di rotta da parte di Hedge Funds ed altri grandi speculatori, che incrementano le loro posizioni long di circa 14000 contratti, per un totale di 135000 contratti long: siamo al livello massimo da sei mesi ad oggi!

Tutto oro quel che luccica? La risposta è un secco no, poiché l’incertezza che aleggia intorno a questo prodotto è ancora molta e si manifesta con un alto numero di posizioni short che continuano a rimanere aperte a seguito, come abbiamo detto, di una sostanziale incertezza latente ed in seguito alla stagionalità del prodotto in esame, che vede i fondi liquidare parte delle loro posizioni proprio in questo periodo.

Movimenti compulsivi e selettivi

L’ insieme dei fattori elencati in precedenza fa si che le quotazioni siano oggetto di movimenti impulsivi guidati dall’ emotività degli investitori, che vedono la singola notizia come una minaccia o quantomeno una smentita nei confronti delle news divulgate magari anche solo il giorno prima e questo causa i forti excursus che si osservano nell’ analisi dei grafici, un esempio ci viene proprio dalla sessione di ieri, quando il contratto luglio 2014 ha ceduto due punti percentuali.

La debacle dei prezzi della seduta del 27 maggio è imputabile ad un report contenente indicazioni su un forte progresso del raccolto in Brasile, fatto questo subito sfruttato dai venditori che, sfruttando l’ onda emotiva, hanno dato il via alle vendite, che hanno affossato il contratto luglio 2014.

Rileggiamo il paragrafo appena terminato ed osserviamo questa frase: “…fatto questo subito sfruttato dai venditori che, sfruttando l’ onda emotiva, hanno dato il via alle vendite, che hanno affossato il contratto luglio 2014…” : abbiamo parlato di onda emotiva e di sfruttamento di una situazione particolarmente adatta alla speculazione, come facciamo a dirlo? Tramite l’ analisi dei contratti! Il fatto che si è trattato di speculazione sulla divulgazione di una news si comprende confrontando i grafici dei vari contratti, che, nella sessione di ieri, ci presentavano il future luglio 2014 in forte calo (-2.01%) mentre i contratti più a lunga scadenza si proponevano molto meno in sofferenza, con il future marzo 2015 che cedeva poco più dell’ 1%, quasi la metà del contratto in corso!

Questa situazione testimonia come un eventuale ritorno dei timori riguardanti un raccolto florido sia rivolto esclusivamente (o quasi) alla stagione in corso, mentre per la successiva siano ancora guardati in ottica di contrazione produttiva i dati riguardanti un meteo poco favorevole e le difficoltà economiche in cui versano i mulini.

Analisi grafica

Contratto luglio 2014 (17.09 USd/lb, +0.41%)

Il contratto luglio 2014 si propone in uscita ribassista dal rettangolo di congestione che contiene ormai da tempo le quotazioni. La recente caduta dei prezzi porta i corsi ad appoggiarsi alla forte area supportiva collocata a quota 17 USd/lb, livello ove i prezzi si appoggiano anche oggi accennando un rimbalzo non troppo convinto; si segnala anche la violazione ribassista di un pattern di tipo triangolo.

La violazione del supporto in area 17 USd/lb e del successivo livello a quota 16.53 USd/lb aprirebbe la strada ad ulteriori affondi verso il livello di 16.53 USd/lb corrispondente al ritracciamento al 61.8% dell’ intero movimento rialzista iniziato a fine gennaio e culminato nei massimi di inizio marzo.

Attualmente possiamo collocare i primi supporti a quota 17, 16.92 e 16.53 USd/lb mentre, in senso opposto, le prime resistenze saranno individuate a 17.31 e 17.8 USd/lb.

Sugar 28 maggio 2014

Contratto marzo 2015 (18.86 USd/lb, +0.32%)

Che differenza! Partendo dal 6 marzo possiamo individuare una serie di massimi e minimi crescenti, con i bottom sorretti da una trendline rialzista in fase di test proprio nelle ultime sessioni. Anche il ritracciamento dai massimi è molto più contenuto: ci troviamo ora tra il 23.6% ed il 38.2% rispetto al 50% del contratto luglio 2014, il tutto con un bel golden cross in atto tra la media a 100 e la media a 200 giorni, evento questo che ci fornisce un segnale positivo.

Su questo contratto possiamo posizionare i supporti a quota 18.47 USd/lb il primo ed a 18.11 il secondo mentre, in senso opposto, le prime resistenze si possono individuare a 18.91 USd/lb la prima ed a 19.62 USd/lb la seconda, in corrispondenza dei recenti massimi.

Sugar 28 maggio mar 15

Conclusioni

Lo Sugar future è un contratto da comprare a mani base sin da ora? No: dobbiamo valutare i reports che verranno puntualmente diramati e decidere la tempistica (contratto) sul quale agire, ma resta sicuramente un prodotto da osservare da vicino per essere pronti a cogliere le forti potenzialità rialziste che ci mette a disposizione.

Sales1_728x90

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...