Paulson Vs. Gold: per ora nulla di fatto!

Fortune's Cover: Paulson

Fortune’s Cover: Paulson (Photo credit: MyEyeSees)

Asti, 17 febbraio 2014

Un piccolo aggiornamento su John Paulson (celebre miliardario ed investitore in oro) di cui analizzeremo eventuali variazioni di strategia.

Non sembra variare la posizione strategica del miliardario John Paulson nei confronti del metallo giallo che, alla fine del quarto trimestre, mantiene invariate le sue partecipazioni nel SPDR Gold Trust (il più grande ETP avente come sottostante l’ oro).  Nel dettaglio Paulson & Co. detiene partecipazioni pari a 10.23 milioni, dato aggiornato al 31 dicembre ed invariato rispetto alla rilevazione del 30 settembre (fonte Bloomberg).

Durante il 2013 l’ oro ha subito un ribasso del 28%, mentre si è assistito ad una ripresa dei mercati azionari; Paulson ha iniziato la sua avventura nel metallo giallo all’ inizio del 2009, scommettendo sull’ arrivo di uno stimolo monetario che avrebbe innescato un aumento dei prezzi senza precedenti: questa scommessa ha visto la fine circa a metà 2013, quando il miliardario, in una conferenza pubblica, dichiarò di interrompere ogni acquisto di oro.

Nell’ ultimo trimestre i prezzi di quello che da molti era considerato un haven asset sono calati del 9.4%, cancellando ben 14.1 miliardi di dollari di valore di ETP aventi l’ oro come sottostante; anche George Soros si mantiene per ora lontano dal metallo giallo e conferma la dismissione totale nell’ SPDR Gold Trust.

Compagnie minerarie

La caduta di prezzo ha fatto sentire i suoi effetti anche sulle compagnie minerarie, con Barrick Gold Corp che termina l’ ultimo trimestre del 2013 con una svalutazione di 2.82 miliardi di dollari; meno drastico (almeno guardando i numeri) il bilancio di Goldcorp Inc., le cui svalutazioni ammontano a 443 milioni di dollari.

Vediamo ora il comportamento di Paulson rispetto alle ditte di estrazione: il risultato di questa analisi è il mantenimento della partecipazione in Agnico Eagle Mines Ltd. ed il taglio delle attività con AngloGold Ashanti Ltd.

Entra invece in Barrick il miliardario George Soros, che tramite il Soros Fund Management LLC acquista 6.3 milioni di shares.

Attualmente il metallo giallo è sostenuto dalla richiesta fisica che si riflette ovviamente sui prezzi; le holdings in SPDR Gold Trust sono salite il 13 febbraio a 806.35 tonnellate, livello più alto dal 20 dicembre.

Per ulteriori dettagli e per un’ accurata analisi della situazione tecnica dell’ oro rimando i lettori alla rubrica settimanale “The weekly Gold!”, la cui ultima edizione è disponibile a questo link.

Enhanced by Zemanta
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...