Cotton: piantagioni in aumento

English: A cotton field in Texas, USA

English: A cotton field in Texas, USA (Photo credit: Wikipedia)

Asti, 4 febbraio 2014

Si prevede in aumento la quantità di terreno dedicato alla coltivazione del cotone; posizioni long in calo.

Le coltivazioni di cotone nel Texas sono previste in aumento del 7.6% a 11.2 milioni di ettari nel 2014 e questo rappresenta il primo incremento da tre anni a questa parte. I prezzi del Cotton sono stati oggetto di una forte discesa iniziata dai massimi del 2011, una discesa che si è protratta sino al passato 2012, dove i corsi hanno registrato una media di prezzo pari a 79.71 USd/lb (livello più basso dal 2009).

Cotton Cont 4 febbraio

Attualmente il rialzo sul cotone è quantificabile in un aumento dell’ 11% dal mese di ottobre e la tendenza rialzista in atto è giustificata, secondo Paul Christopher (leader strategie internazionali di Wells Fargo Advisors), dalla crescente domanda estera per le forniture dagli USA; è lo stesso Christopher, tuttavia, a dubitare della durata di tale tendenza a seguito dei dati in arrivo riguardanti l’ aumento delle piantagioni e le attuali scorte record.

Le attese per i dati macro riguardanti la fibra sono forti e si prevede che l’ output globale superi la domanda per il quarto anno consecutivo, con le riserve globali che potrebbero raggiungere i 97.6 milioni di balle; in termini di scorte il ruolo forte è giocato dalla Cina che si stima possa arrivare allo stoccaggio di 58.31 milioni di balle, cinque volte di più rispetto al 2011.

I dubbi continuano in ogni caso a tormentare gli investitori e nel mentre gli Hedge Funds non perdono tempo ed iniziano a ridurre le posizioni long: nella scorsa settimana la diminuzione è stata pari all’ 11%.

Quadro tecnico (contratto marzo 2014 85.6 USd/lb, +0.69%)

La forte discesa del 27 gennaio ha condotto i corsi sulla parte inferiore del channel rialzista all’ interno del quale risultano inseriti; la posizione rispetto alle principali medie mobili di riferimento continua a presentarsi tutto sommato buona, con la media a 20 giorni che si propone come supporto contro ulteriori storni. L’ analisi della discesa iniziata dai massimi di ottobre e culminata nei minimi di novembre ci presenta i prezzi in corrispondenza del supporto a quota 85.04 USd/lb.

Recentemente il primo target rialzista 87.63 USd/lb) è stato raggiunto ed i prezzi sono stato oggetto di vendite, attualmente possiamo collocare i primi supporti a quota 85.04 USd/lb, 83.43 USd/lb e 82.13 USd/lb; in senso opposto prima resistenza a quota 87.63 USd/lb e successivamente in corrispondenza del secondo target rialzista a 90.64 USd/lb.

Cotton SeR 4 febbraio

Ricordo a quanti fossero interessati a questo prodotto le due importanti date dell’ 8 e 20 febbraio, quando saranno riportate le rilevazioni rispettivamente del National Cotton Council e del U.S.D.A. (Dipartimento dell’ Agricoltura USA).

Enhanced by Zemanta
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...