Soybeans: il dietro front della Cina.

Asti, 26 novembre 2013

English: A Case IH combine harvesting soybeans...

English: A Case IH combine harvesting soybeans somewhere in Indiana, United States (Photo credit: Wikipedia)

La Cina ritira un grosso quantitativo di ordini di Soybeans: le reazioni del mercato.

Nell’ ultima analisi sulla Soia  si era parlato della possibile entrata in campo del “fattore Cina” ebbene, il paese orientale si è puntualmente affacciato sul mercato mantenendo fede alle promesse fatte: parte degli ordini di Soybeans sono stati ritirati dal mercato.

Il mercato era già in allerta e gli occhi degli investitori in Soia erano già da giorni puntati sul raccolto brasiliano, il quale si prospetta buono, con il meteo che strizza l’ occhio ai raccolti, dispensando piogge nei prossimi giorni e, stando alle previsioni di Commodity Weather Group LLC, anche nel mese di dicembre. Le piogge in arrivo attenueranno la siccità nel nord-est del Brasile, favorendo così il raccolto, evento questo che potrebbe contribuire all’ abbassamento dei prezzi, ragione questa del dietrofront cinese.

I dati rilasciati dal Dipartimento dell’ Agricoltura USA parlano di una cancellazione di ordini per 300000 tonnellate. Chiaramente i commenti degli analisti non si sono fatti attendere e Jason Britt (presidente di  Central States Commodities Inc.) dichiara a Bloomberg: “Le colture del Sud America potrebbero produrre una resa record. I Soybeans hanno il maggior rischio di ribasso”.

Posizione tecnica

La reazione del mercato non si fa attendere ed il future sui Soybeans scivola a quota 1316.6 USd/bu, la perdita viene tuttavia recuperata prontamente ed attualmente i corsi si attestano a quota 1329.2 USd/bu, praticamente invariati rispetto alla sessione precedente.

I Soybeans palesano quindi una certa forza e si mantengono al di sopra del supporto a quota 1315.4 USd/bu, con l’ indice di forza relativa a 14 giorni (RSI 14) che termina gli scambi poco al di sotto dell’ area di ipercomprato a quota 62.32 punti.

Il mantenimento del target acquisito (1315.4 USd/bu) è importante e nuovi allunghi proietterebbero i prezzi verso il prossimo step a 1350 USd/bu; in senso opposto la predita del succitato livello avrebbe come primo obiettivo quota 1287.4 USd/bu.

Soybeans 26 novembre SeR

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...