The weekly Gold. 8 Novembre 2013

Asti, 8 novembre 2013

La giornata del 7 novembre è stata caratterizzata dalla pubblicazione di dati macro di rilievo, che inevitabilmente hanno influito sulle quotazioni dell’ oro, che termina la sessione in territorio negativo.

In una settimana quasi priva di emozioni le quotazioni dell’ oro ricevono uno scossone dalla BCE, che inaspettatamente taglia i tassi di interesse, e dai dati macroeconomici USA che si dimostrano migliori del previsto. Le reazioni del metallo giallo non si fanno attendere (vedi grafico con timeframe a 15 minuti) e la seduta odierna che si presentava all’ insegna dell’ incertezza prende direzione: dapprima una fiammata che spinge l’ oro ai massimi di giornata a quota 1326 $/t.oz e poi un pesante affondo a 1296 $/t.oz, per andare poi a terminare gli scambi a quota 1307.5 $/t.oz.

Gold 7 novembre 15

I dati macro

L’ economia degli USA è in miglioramento: questo ci dicono i dati diffusi nella sessione del 7 novembre ed a parlare è innanzitutto il PIL del terzo trimestre, che con una crescita del 2.8% mette a segno una roboante risalita ben al di sopra delle attese degli operatori, che attendevano un dato pari all’ 1.9%.

Assieme ai dati sul prodotto interno lordo si rivelano degne di nota anche le richieste di nuovi sussidi di disoccupazione, che si attestano a quota 336000 unità, una rilevazione questa di poco superiore alle stime degli analisti (335000 unità), ma comunque in calo rispetto alla rilevazione precedente.

Inutile dirlo le vendite sono scattate in funzione del timore di un possibile cambio di rotta della Fed a proposito del tapering, che per ora pare essere rimandato, ma che prima o dopo è destinato a fare la sua comparsa sul mercato ed ogni dato che confermi un buono stato di salute dell’ economia potrebbe spingere la Banca Centrale ad anticipare tale data.

8 Novembre

Se la sessione di ieri è stata caratterizzata da dati macro di notevole importanza quella odierna dell’ 8 novembre non è da meno, poiché prevede la pubblicazione di ben tre aggiornamenti macro di grande rilievo ossia: i Non-Farm Payrolls, previsti in calo a 125000 unità, il tasso di disoccupazione USA, Unemployment Rate, atteso in aumento a quota 7.3% e l’ indice di fiducia del Michigan, che trova il consensus in un aumento di 1.3 punti a quota 74.5.

I dati in arrivo sui libri paga non agricoli sono molto attesi dagli analisti in quanto saranno un buon metro per valutare l’ impatto della parziale chiusura del Governo Federale USA sul mercato del lavoro.

Posizione tecnica

Il mercato dell’ oro si trova per ora in una sorta di trading range, con i mercati azionari che si mostrano ancora forti, attirando così gli investitori ed allontanandoli da quello che è da sempre considerato il bene rifugio per eccellenza; la domanda di oro fisico stenta a partire e non ha ancora acquisito la forza necessaria (nonostante la stagionalità sia favorevole) a spingere i prezzi verso l’alto, nonostante gli acquisti in arrivo dall’ estremo oriente.

Il ribasso odierno ha portato i corsi a perforare l’ importante supporto posizionato in corrispondenza del ritracciamento al 50% della salita iniziata dai minimi di giugno e terminata nei massimi di agosto: la forte valenza di quest’ area si è fatta sentire ed i prezzi hanno prontamente recuperato terreno, riportandosi al di sopra dei 1300 $/t.oz ed attestandosi in chiusura a quota 1307 $/t.oz a ridosso del supporto citato in precedenza.

E’ plausibile che la giornata dell’ 8 novembre sia interessata da forti movimenti e quindi monitoriamo la tenuta del supporto a quota 1308 $/t.oz che, se violato a ribasso, potrebbe condurre l’ oro fin sul supporto successivo a 1278.3 $/t.oz (ritracciamento al 61.8% della salita in esame) ed in caso di discese più ampie verifichiamo la tenuta della trendline originatasi dai minimi di giugno, la cui rottura determinerebbe un deterioramento del quadro tecnico; in senso opposto positivo un ritorno delle quotazioni al di sopra di 1337.7 $/t.oz, dove corre il ritracciamento al 38.2 % del movimento ascendente esaminato.

Gold daily 7 novembre

 

Hai domande sul contenuto dell’ articolo? Compila il form che trovi di seguito e lo staff sarà lieto di risponderti!

 

Annunci

Una risposta a “The weekly Gold. 8 Novembre 2013

  1. Pingback: Oro: in attesa degli NFP! 8 Novembre 2013 | Gold and other

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...