Petrolio: in rialzo con i beni durevoli. 28 ottobre 2013

Asti, 28 ottobre 2013

I dati macroeconomici in arrivo dagli USA favoriscono il petrolio, che termina la sessione di venerdì in modesto rialzo.

Il contratto sul crude oil WTI termina gli scambi della sessione di venerdì a quota 97.85 USD/bbl in rialzo dello 0.76% rispetto alla seduta precedente.

I dati

Il prezzo del Crude Oil risente dei dati sugli ordinativi di beni durevoli divulgati dal Dipartimento del Commercio che mostrano un incremento del 3.7%. Qual’ è la causa di questa correlazione? Ce lo spiega Phil Flynn (analista presso Price Futures Group a Chicago) il quale sostiene che l’ incremento degli ordini di beni durevoli suggerisce una forte domanda di petrolio in arrivo che fornirà un po’ di sostegno ad un mercato in forte ipervenduto (parere espresso in un intervista a Bloomberg).

“Il rapporto sui beni durevoli è buono!”: questo il pensiero di Gene McGillian, analista e mediatore presso Tradition Energy durante un commento rilasciato a Bloomberg nel quale descrive la variazione dei dati macro, che con un incremento del 3.7% superano ampiamente le attese che erano del 2.3%.

Scorte a magazzino

Le scorte di petrolio a magazzino salgono a 379.8 milioni di barili, il massimo dal 28 giugno equivalenti ad un aumento di 24.2 milioni di barili nelle ultime 5 settimane (dati forniti da Energy Information Administration ed EIA). Conciso il commento degli analisti a questo proposito, con Tom Finlon (direttore di Energy Analytics Group LLC) che definisce la situazione delle scorte “pretty bearish” ossia “abbastanza ribassista”.

Posizione tecnica

Il future sul Crude Oil in scadenza a dicembre si muove a ridosso della media mobile a 200 giorni (al di sotto, tuttavia, delle medie mobili a 50 e 100 giorni) con l’ indice di forza relativa a 14 giorni (RSI 14) che rasenta la zona di ipervenduto a quota 35.4 punti.

Oil 28 ottobre sma

L’ analisi dei livelli di Fibonacci ci mostra i corsi a ridosso del 50% di ritracciamento della salita iniziata dai minimi del 19 aprile e culminata nei massimi del 28 giugno; in base a quanto esposto collochiamo il primo supporto a quota 94.76 USD/bbl (61.8% movimento rialzista in oggetto) mentre, in senso opposto, un recupero dei prezzi troverà la prima resistenza di rilievo a quota 100.46 USD/bbl, dove corre il ritracciamento al 38.2% del movimento rialzista in esame.

Oil 28 ottobre fibo

Annunci

Una risposta a “Petrolio: in rialzo con i beni durevoli. 28 ottobre 2013

  1. Pingback: Petrolio positivo con i dati USA. Analisi al 25 ottobre 2013 | Gold and other

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...