Petrolio in discesa, i dati sulle scorte penalizzano l’ oro nero.

Asti, 23 ottobre 2013

I dati mostrano che le scorte USA aumentano ed il petrolio (WTI) accusa il colpo portandosi al livello più basso da cinque mesi a questa parte.

Il WTI Crude oil si mostra anche oggi in calo e nel momento in cui vengono scritte queste righe si attesta a quota 96.45 $/bbl in calo di oltre l’ 1.7% rispetto alla sessione passata. I dati sulle scorte penalizzano il petrolio mostrando le scorte di greggio in aumento di 3 milioni di barili nella scorsa settimana (dati rilasciati dall’ American Petroleum Institute); in aumento anche i dati che arrivano dalla Cina, la quale dichiara scorte in crescita giunte ai livelli più alti dal gennaio 2010.

Si allarga nel frattempo il gap tra WTI e Brent con quest’ ultimo che ad oggi si attesta a quota 109.7 $/bbl, fatto questo commentato da Cristopher Bellew (senior broker presso Jefferies Bache Ltd. A Londra), il quale vede nel momento bassa tiratura delle raffinerie USA unito all’ incremento delle scorte il motivo principe di questo divario.

Posizione tecnica

L’ analisi del future in scadenza a dicembre 2013 ci mostra il WTI che si porta al di sotto delle medie di riferimento a 50, 100 e 200 giorni, debolezza confermata anche dall’ indice di forza relativa a 14 gg (RSI 14) che si porta a ridosso dell’ area di ipervenduto gravitando attorno a quota 30 punti.

Oil 23 ottobre sma

L’ osservazione dei livelli di Fibonacci ci presenta il cedimento del supporto a quota 97.61 $/bbl corrispondente al ritracciamento al 50% della salita iniziata in corrispondenza dei minimi del 18 aprile e culminata nei massimi di fine agosto. Negativa anche l’ osservazione tramite oscillatore Ichimoku, che ci presenta i corsi fuoriuscire con prepotenza dalla Kumo con le medie mobili Tenkan e Kijun Sen che risultano orientate a ribasso.

Oil 23 ottobre ichi

L’ ottava in corso potrebbe dar luogo ad un forte impulso ribassista, che analizzeremo in chiusura di settimana, attenendoci ai dati certi in nostro possesso collochiamo il primo supporto a quota 94.76 $/bbl, dove corre il ritracciamento al 61.8% della salita descritta in precedenza; in senso opposto prima resistenza a quota 97.61 $/bbl.

Oil 23 ottobre fibo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...